DISEGNO EDILE

Crediti: 
12
Settore scientifico disciplinare: 
DISEGNO (ICAR/17)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Conoscenze e capacità di comunicare
L’obiettivo del corso è il consolidamento delle acquisizioni fondamentali per la corretta e completa descrizione dell’oggetto costruito e delle sue componenti, al fine di una sua esaustiva ed articolata rappresentazione.

Competenze
Attraverso la verifica dell’utilizzo corretto degli strumenti di disegno informatizzato, sarà inoltre verificata la capacità di applicare le conoscenze acquisite, mediante gli strumenti avanzati di disegno informatizzato, che saranno illustrati ed utilizzati durante il corso.

Autonomia di giudizio
Al superamento dell’esame lo studente deve aver sviluppato la capacità di valutare criticamente quali strumenti e tecniche di rappresentazione sono i più idonei nella restituzione grafica del rilievo e del progetto di specifiche caratteristiche dell’architettura e dell’ingegneria civile.

Capacità comunicative
Attraverso la panoramica fornita sui più diffusi software di disegno parametrico, di modellazione tridimensionale ed editing grafico, gli studenti svilupperanno, mediante la scelta di uno specifico programma di disegno, la capacità di descrivere e comunicare alle varie scale il luogo, lo spazio architettonico e le loro componenti, attraverso l’applicazione della conoscenza delle tecniche di rappresentazione inerenti la nuova strumentazione digitale avanzata del disegno.

Capacità di apprendimento
Le esercitazioni assegnate, sul rilievo e sul progetto, espresse nei lavori finali richiesti, hanno lo scopo di consolidare lo studente nel corretto utilizzo dei metodi di rappresentazione e nell’utilizzo dei programmi più avanzati di disegno informatizzato: lo studente dovrebbe aver maturato le conoscenze e competenze della disciplina per affrontare, in futuro, un approfondimento ed un’applicazione autonoma di tali aspetti.

Contenuti dell'insegnamento

In dettaglio, le lezioni si articoleranno sui seguenti argomenti:
Forma geometria struttura: il metodo – linguaggio iconico e linguaggio simbolico – lettura della forma alla scala dell’architettura: gli strumenti e le procedure - lettura della forma alla scala della città e del paesaggio: gli strumenti e le procedure
Il rilievo urbano: problematiche di rilievo alla scala urbana, finalizzate alla definizione ed alla conoscenza dell’immagine della città – la ricerca storico-iconografica – la lettura della cartografia di base e l’elaborazione di analisi tematiche – il rilievo speditivo delle cortine edilizie e la restituzione grafica
Il rilievo dell’architettura: definizioni - problematiche di rilievo alla scala architettonica – metodi di e strumenti di rilevamento diretto – eidotipi di piante, alzati, sezioni, particolari architettonici/costruttivi – metodi di misurazione – restituzione grafica manuale e informatizzata: metodologie e problematiche – rilievo geometrico e rappresentazione di tematismi
Il disegno di progetto: i tipi di elaborati: l’ideazione del progetto; la descrizione del progetto; la comunicazione multimediale del progetto; la presentazione del progetto – le fasi progettuali: preliminare, definitivo, esecutivo
La rappresentazione digitale del progetto: panoramica sui software parametrici più diffusi: Allplan; Archicad; Revit; 3D Studio Max

Bibliografia

Sul rilievo architettonico:
M. Docci, D. Maestri, “Il rilevamento architettonico. Storia, metodi e disegno”, Laterza, Bari-Roma, 1983
Sul rilievo urbano:
C. Vernizzi, “Parma e la Via Emilia. Città storica, città moderna e asse fondativo: rilievo e rappresentazione”, Mattioli1885, Fidenza, 2004
A. Rolando, “Forma, geometria, struttura per il disegno dell’architettura, della città e del paesaggio”, CittàStudi Edizioni, Novara, 2008
D. Coppo, C. Boido (a cura di), “Rilievo urbano. Conoscenza e rappresentazione delle città consolidata”, Alinea Editrice, Firenze, 2010
Sul disegno di progetto:
L. Quaroni, “Progettare un edificio. Otto lezioni di architettura”, Edizioni Kappa, Roma, 2001
M. Canciani, “I disegni di progetto. Costruzioni, tipi e analisi”, CittàStudi Edizioni, Novara, 2009
C. Vernizzi: “Il Disegno in Pier Luigi Nervi. Dal dettaglio della materia alla percezione dello spazio”, Mattioli 1885, Fidenza, 2011.

Metodi didattici

Il programma si svolge attraverso l’individuazione della corretta modalità di lettura e rappresentazione dell’ambiente urbano, dei suoi percorsi ed ambienti ed attraverso la rappresentazione delle sue componenti, intendendo il disegno come mezzo di documentazione e di studio per la rappresentazione del contesto architettonico ed urbano.
Nelle lezioni viene analizzato il ruolo della rappresentazione per la gestione del rilievo e del progetto, dalla fase di ideazione a quella di realizzazione, operata su alcune applicazioni architettoniche concordate con la docenza.
Per questo, dopo aver affrontato gli aspetti teorici e metodologici di tale disciplina, sarà realizzato il rilievo diretto di un edificio e la successiva restituzione grafica informatizzata in scala 1:50.
Le lezioni proseguiranno attraverso l’analisi della strumentazione e delle procedure proprie del disegno di progetto: dallo schizzo al modello digitale, affrontando le varie fasi del progetto costruttivo (ideazione, progettazione, definizione ed costruzione dell’oggetto architettonico) e delle relative tecniche di rappresentazione e di sintesi grafiche e modellistiche, ripercorrendone l’intero iter mediante l’applicazione dei concetti principali su un edificio concordato.
Attraverso la presentazione dei più diffusi programmi di disegno informatizzato di tipo parametrico e di modellazione tridimensionale, saranno quindi illustrate le tecnologie digitali per il trattamento delle informazioni con finalità di integrazioni rappresentative, effettuando la redazioni di elaborati sia di rilievo che di progetto attraverso la scelta di uno tra i software presentati.
A conclusione delle lezioni e a riscontro delle tematiche trattate, sarà richiesta la realizzazione di una serie di tavole che prevedono l’applicazione delle nozioni apprese relativamente ai principi della rappresentazione del rilievo di un edificio preventivamente concordato con la docenza (è possibile svolgere questa prima esercitazione anche in piccoli gruppi, da 2 - 3 persone) e del progetto di un edificio, relativo al tema individuato nell’anno in corso, secondo le indicazioni ricevute dalla docenza (questa seconda esercitazione è invece da svolgere in forma individuale).
Gli elementi edilizi rappresentati, relativi ad entrambe le esercitazioni, saranno composti in tavole grafiche in formato A1 (84 x 59,4 cm), poste in orizzontale, (successivamente stampate in forma ridotta - A3 - e rilegate con spirale metallica a formare un fascicolo che costituirà documentazione del lavoro svolto e come tale sarà ritirato dalla docenza).
La tecnica di rappresentazione da utilizzare per la realizzazione di queste tavole finali da presentare all’esame (da sottoporre a revisioni obbligatorie da parte della docenza), è necessariamente quella del disegno informatizzato, espresso mediante l’utilizzo di un software parametrico a scelta dello studente.
Seminari relativi ad aspetti specifici di storia della città, dell’architettura, del rilievo, del progetto e della ricerca archivistica saranno tenuti da specialisti esterni per rendere più puntuale ed articolato il percorso didattico.

Modalità verifica apprendimento

La prova d’esame è costituita dalla presentazione degli elaborati grafici di rilievo e di progetto redatti sui temi concordati, considerati quali testimonianze dell’avvenuta formazione intesa come capacità critica di selezione delle più opportune tecniche di rappresentazione e da un colloquio orale avente come oggetto i temi trattati durante le lezioni ed i seminari.

Redazione degli elaborati 80% così suddiviso
Esplicitazione degli aspetti teorici (conoscenza)
Applicazioni grafiche (competenza)
Scelta autonoma delle modalità di rappresentazione
(autonomia di giudizio)

Verifica orale 20% così suddiviso
Domande teoriche (conoscenza)
Applicazioni grafiche (competenza)
Proprietà di esposizione (capacità comunicativa)